Contenuto principale

Messaggio di avviso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Testo finale della Conferenza di Washington

Dichiarazione delle Nazioni Unite, del 1 ° gennaio 1942

Una dichiarazione comune da parte degli Stati Uniti, il Regno Unito, l'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche, Cina, Australia, Belgio, Canada, Costa Rica, Cuba, Cecoslovacchia, Repubblica Dominicana, El Salvador, Grecia, Guatemala, Haiti, Honduras, India, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Nicaragua, Norvegia, Panama, Polonia, Sud Africa, Jugoslavi.

 

I governi firmatari della presente Convenzione,

Dopo aver sottoscritto un comune programma d'intenti e principi sanciti nella Dichiarazione congiunta del Presidente degli Stati Uniti d'America e il Primo Ministro del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord del 14 agosto 1941, conosciuta come Carta atlantica.

Essendo convinti che la piena vittoria sui loro nemici è essenziale per difendere la vita, la libertà, l'indipendenza e la libertà religiosa, e di preservare i diritti umani e la giustizia nelle proprie e nelle altre nazioni, e che essi sono ora impegnati in una lotta comune contro la barbarie e la brutalità delle forze che cercano di soggiogare il mondo,

DICHIARANO:

(1) Ogni governo si impegni ad usare tutte le proprie risorse, militari o economiche, contro i membri del Patto tripartito: e dei loro seguaci con i quali si è in guerra.

(2) Ogni governo si impegna a cooperare con i governi firmatari della presente, e a non fare una armistizio o pace separata con i nemici.

Possono aderire a questa dichiarazione tutte le nazioni che sono, o che possono essere d'aiuto dando assistenza materiale e contributi nella lotta per la vittoria sul Hitlerismo.

Scritto a Washington

Gennaio, 1942

[I firmatari della Dichiarazione delle Nazioni Unite sono riportati sopra.]

Gli aderenti alla Dichiarazione delle Nazioni Unite, con le rispettive date di adesione, sono i seguenti:

Messico 5 giugno, 1942

Perù febbraio 11, 1945

Filippine 10 giugno 1942

Cile 12 febbraio, 1945

Etiopia 28 luglio 1942

Paraguay, 12 febbraio, 1945

Iraq 16 gennaio, 1943

Venezuela 16 febbraio, 1945

Brasile 8 febbraio, 1943

Uruguay 23 febbraio, 1945

Bolivia aprile 27, 1943

Turchia 24 febbraio, 1945

Iran 10 settembre, 1943

Egitto 27 febbraio, 1945

Colombia, dicembre 22, 1943

1945 Arabia Saudita 1 marzo, 1945

Liberia 26 febbraio, 1944

Libano 1 marzo, 1945

Francia 26 dicembre, 1944

Siria 1 marzo, 1945

Ecuador 7 febbraio, 1945

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna